Nuove regole UE per i mutui.

Il parlamento UE ha  di fatto riformato il sistema per la concessione dei mutui immobiliari. La riforma prevede che ai clienti vengano forniti, al momento del mutuo, più informazioni per quanto riguardano i rischi, i tassi e norme in genere in modo che, in caso di mancato pagamento delle rate, il pignoramento della casa sia soltanto l’ultima risorsa.

Con la nuova riforma gli Istituti di Credito dovranno fornire un modulo standardizzato con la descrizione dei rischi legati  alle imprese, il costo totale del mutuo, le oscillazioni delle rate in base all’andamento del mercato e le possibili conseguenze a lungo termine. Si prevede inoltre la cancellazione delle penali per l’estinzione anticipata del mutuo e il diritto di recesso entro 7 giorni, che può dare la possibilità al consumatore di ripensare ed “annullare” tutto entro questi termini.

L’obiettivo principale che si è prefissata l’UE è quello di cercare di azzerare in Europa il rischio dei “mutui subrime” che tanti danni hanno fatto in passato.

Tocca adesso ai singoli paesi della UE accellerare i tempi per il recepimento della nuova normativa.

Photo credit: http://goo.gl/zzvqro


Dicci la tua!